Analizzando la situazione in Minnesota, dove è stata imposta una severa tassa del 95% sui prodotti di svapo, i ricercatori del National Bureau Of Economic Research (NBER) hanno scoperto che la tassa ha aumentato il fumo degli adulti e ridotto la cessazione del fumo in tutto lo stato.

Gli studi continuano a indicare l’efficacia dei prodotti di svapo e delle sigarette elettroniche come strumenti per smettere di fumare. Nonostante ciò, molte entità fraintendono i prodotti e insistono nel regolarli allo stesso modo delle loro controparti mortali ( sigarette tradizionali ).

D’altra parte, il Minnesota non solo “vanta” una delle tasse sulle sigarette elettroniche più dure negli Stati Uniti, ma è stato anche il primo stato a imporre una tassa sulle sigarette elettroniche estendendo la definizione di prodotti del tabacco per includere l’e- sigarette. Questa pesante tassa del 95% sul prezzo all’ingrosso si rivela naturalmente un fattore dissuasivo per le persone interessate all’utilizzo dei prodotti.

Analizzando i dati degli attuali supplementi sull’uso del tabacco, in combinazione con un approccio sintetico, i ricercatori della NBER hanno cercato di determinare in che modo tale imposta influisce sui tassi di cessazione del fumo tra i fumatori adulti.

Imposte più elevate direttamente collegate a tassi di fumo più elevati

Le stime compilate suggeriscono che, in linea con le argomentazioni di innumerevoli esperti di salute pubblica, l’elevata imposta era direttamente collegata a tassi più elevati di fumo e tassi più bassi di cessazione del fumo. “Lla tassa sulle sigarette elettroniche ha aumentato il fumo degli adulti e ridotto la cessazione del fumo nel Minnesota “

la tassa sulle sigarette elettroniche ha aumentato il fumo degli adulti e ridotto la cessazione del fumo nel Minnesota.

John Newton, Public Health England

“I nostri risultati suggeriscono che nel periodo campione circa 32.400 fumatori adulti aggiuntivi avrebbero smesso di fumare in Minnesota in assenza della tassa. Se questa imposta fosse imposta a livello nazionale, circa 1,8 milioni di fumatori sarebbero scoraggiati dall’abbandono in un periodo di dieci anni “, hanno rivelato i ricercatori.

Vantaggi vs conseguenze dell’aumento delle imposte sul fumo elettronico

La tassazione delle sigarette elettroniche allo stesso ritmo delle sigarette potrebbe dissuadere più di 2,75 milioni di fumatori nazionali di smettere nello stesso periodo. I benefici per la salute pubblica derivanti dal non tassare le sigarette elettroniche, tuttavia, devono essere valutati rispetto agli effetti di questa decisione sugli sforzi per ridurre lo svapo da parte dei giovani.