Se un gruppo di persone, in un paese straniero, mangiasse hamburger contenenti ingredienti noti per causare gravi malattie e si ammalasse, ti preoccuperesti di mangiare carne in Italia o di andare nei ristoranti in Italia?

Probabilmente no, soprattutto se il governo e gli scienziati Italiani hanno rapidamente dichiarato che gli hamburger responsabili erano contaminati, la produzione di hamburger era regolata in modo molto più rigoroso in Italia e che la gente mangiava hamburger italiani da anni senza soffrire di questa malattia.

Ma trasferisci questa situazione allo svapo, ed è esattamente quello che sta succedendo proprio ora.

Un riassunto della situazione finora

Dopo oltre un decennio in cui milioni di persone hanno iniziato a svapare, negli Stati Uniti scoppia un’improvvisa ondata di malattie respiratorie, tra cui sei morti al momento della stesura di questo articolo.

Le prove suggeriscono fortemente che questo è legato ai prodotti acquistati sul mercato nero, probabilmente contenenti liquidi contenenti cannabis / THC. È molto probabile che la causa sia l’uso di oli nel liquido, che è noto per causare malattie respiratorie quando inalato.

Torniamo alla situazione italiana

Mentre sono sicuro che i prodotti di svapo prodotti da aziende rispettabili negli Stati Uniti siano sicuri, resta il fatto che l’industria di svapo in Italia è regolamentata in modo diverso.

Esistono regole rigorose su ciò che può essere immesso nell’e-liquid in Italia e l’e-liquid deve essere sottoposto a test delle emissioni prima di essere presentato, nonchè sottoposto alla normativa europea TPD.

Secondo Public Health England, lo svapo è il 95% più sicuro del fumo

Queste morti negli Stati Uniti sono una tragedia e vanno contro la stessa cosa che lo svapo sta cercando di ottenere. Sarebbe anche una tragedia se lo svapo diventasse una vittima quando ha il potenziale per salvare così tante vite.

Quindi, mentre dovresti assicurarti di acquistare e-liquid regolamentato da negozi rispettabili, non farti prendere dal panico e non tornare a fumare sigarette combustibili!