Il Governo Italiano, a seguito della specificazione sul DPCM specifica come i negozi di sigarette elettroniche possano ( equiparandoli quindi ad i Tabacchini ) rimanere aperti, in deroga allo stesso DPCM.

Interviene lo stesso Professor Riccardo Polosa a manifestare la propria soddisfazione a seguito di questo cambio di rotta, sopratutto a seguito di quanto aveva avuto modo di chiarire l’agenzia di Monopoli di Stato.

Sulla stessa via stanno cercando di orientarsi i Governi di Francia e Germania, oltre che di Spagna, per quanto concerne l’apertura e la chiusura dei vape shop, in sostanza i negozi di sigaretta elettronica a seguito della chiusura generalizzata e di massa per fare fronte all’emergenza Covid-19

Certo è che, però, una notizia buona non arriva mai da sola. A ben vedere per quanto attiene la stessa interpretazione del DPCM del Governo Italiano, lascia intendere come i Negozi di sigaretta elettronica possano rimanere aperti in quanto questi vengono equiparati alle tabaccherie, quindi rivenditori di prodotto ” per fumatori “. A ben vedere non è assolutamente così, l’ennesimo atto un pò confusionario sul vaping, sulla sigaretta elettronica e sui benefici che questa apporta. Ma in questa situazione emergenziale che ha sconvolto il mondo a seguito dell’emergenza CoronaVirus si può soprassedere, per ora!